Bruco mangia-plastica Capannori vuole sviluppare la ricerca al Polo di Segromigno

 

CAPANNORI – Potrebbe svilupparsi al Polo Tecnologico di Capannori la ricerca sul bruco mangia-plastica, scoperta che promette di avere conseguenze importanti nel settore dello smaltimento dei rifiuti.

30 settembre 2017 –

La ricercatrice piombinese Federica Bertocchini, biologa molecolare al CNR di Santander, in Spagna, è stata invitata al Polo Tecnologico a Segromigno per illustrare la sua importante scoperta: in sostanza, la ricercatrice ha verificato che la larva di una farfalla, la Galleria Mellonella, è in grado di degradare il polietilene, il più diffuso tipo di plastica e il più difficile da smaltire. Con questi presupposti, la collaborazione con Capannori, una delle capitali internazionali sulle pratiche innovative dello smaltimento dei rifiuti, è apparsa subito naturale.

L’obiettivo dell’incontro era proprio quello di far conoscere questa importante ricerca e coinvolgere le imprese nel tradurla in un processo industriale efficace.

Il premio Casato prime donne alla biologa Bertocchini. 

Alla biologa molecolare Federica Bertocchini è andato il premio “Casato prime donne 2017” consegnato a Montalcino, giunto alla sua 19esima edizione. L’autrice della scoperta del baco mangia-plastica è ancora in cerca di un lavoro –

See more at:  http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/media/tos-premio-casato-prime-donne-a-bertacchini-federica-f18e2ea3-2436-43c1-a063-6a418d5ac010.html